+Snippets: condivisione social da Google Maps


L'avanzata social di Google continua. Da Google Maps ora è possibile condividere direzioni, attività commerciali e risultati di ricerche. Con conseguenze nelle SERP. Con questo post sul suo blog ufficiale, Google ha comunicato una modifica in chiave social di Google Maps. L'attività di sviluppo per gli ingegneri di Mountain View è sempre frenetica. Poche settimane fa era stato introdotto il Meteo su Google Maps, ora è la volta dell'introduzione della condivisione di contenuti su Google+ ed ovviamente anche nelle SERP del motore di ricerca.

La tendenza in chiave social risulta evidente e si sta diffondendo in tutti i prodotti di BigG. La banda nera che si trova in testa al motore di ricerca e a Google+ verrà a poco a poco estesa anche agli altri servizi. Questa è la volta di Google Maps.

Google Maps social share
La condivisione social di Google Maps (clicca per ingrandire)

Su Google Maps Italia a tutt'oggi ancora non è disponibile, quindi non possiamo ancora provarlo. Dall'immagine però possiamo scoprire che possiamo condividere direzioni, attività commerciali (places) e risultati di ricerche.

Per chi ha una attività, risulta quindi ancora più importante avere la propria presenza su Places, in modo da essere trovati anche sulle mappe e da lì poter sfruttare la condivisione social. Oltre che avere la possibilità di linkare il proprio sito.

Dalla seconda immagine presente sul post, scopriamo altre cose.

Google Social Share
La condivisione social sui prodotti Google (clicca per ingrandire)

Lo share attualmente è già presente su Google Books, Google Offers e Google Shopping. Anche qui ancora non disponibili in lingua italiana. Questo ci dice che Google sta a poco a poco unificando la barra nera di navigazione su tutti i suoi prodotti. Dando modo agli utenti di condividere e di ricevere notifiche social su ogni prodotto di Mountain View.

Google intendere sbattere in faccia ad ognuno del suo miliardo di visitatori mensili l'aspetto social ed integrarlo ovunque. Cosa che Facebook non può copiare, mancando di tutti i servizi che ha il concorrente.

È interessante notare come l'arrivo di Google+ abbia ravvivato molto l'ambiente social. La concorrenza fa sempre bene.


Post correlati: